Il 12 maggio 2017 la Commissione della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N), presieduta dal Dr. Ignazio Cassis, ha espresso, tramite comunicato stampa, il proprio malcontento per il fatto che il Consiglio federale stia andando nella direzione di mantenere l’attuale sistema di gestione strategica delle autorizzazioni anche dopo la scadenza della moratoria, limitandosi ad affinarlo. La CSSS-N ha così adottato a larga maggioranza un’iniziativa, che chiede un rafforzamento dell’autonomia contrattuale. Secondo la maggioranza della CSSS-N i fornitori di prestazioni devono poter operare a carico della LAMal soltanto se concludono un contratto di autorizzazione con un assicuratore. L’ASMAC e la FMH hanno immediatamente fatto sapere di respingere nella maniera più assoluta questa impostazione pubblicando il comunicato congiunto che vi riproponiamo qui di seguito.

I commenti sono chiusi.

Sei interessato a partecipare attivamente?

Sei stufo di "subire" il tuo lavoro e vorresti fare qualcosa di più per decidere sulle tue condizioni di lavoro e aiutare a plasmare il futuro dei capi clinica e degli assistenti in Ticino per migliorarne la qualità?
Scrivici!
Volentieri ti invitiamo ad una delle nostre riunioni!

I punti essenziali della legge sul lavoro

I punti essenziali della legge sul lavoro

Seguici anche su twitter!

QR_tweet
https://twitter.com/asmactasmact
Scansiona l'immagine con il tuo smartphone per seguirci su twitter