Progetto Tempo Parziale

Perché un progetto così? Le risposte sono molteplici.Progetto Tempo Parziale

La popolazione invecchia sempre di più e la necessità di prestazioni sanitarie è in costante aumento. Di conseguenza aumenta anche la richiesta di giovani medici. Essi richiedono condizioni lavorative sempre più a misura di famiglia e desiderano maggiormente lavorare a tempo parziale.

Inoltre la medicina diventa sempre più “femminile”. La percentuale di donne medico è in costante aumento. I valori sociali stanno mutando. Cambiano i modelli di ruoli all’interno della famiglia e della coppia. Diventa sempre più importante conciliare famiglia, tempo libero e professione.

Oggi ci permettiamo ancora un grande spreco di giovani medici. Il 16,5% delle donne medico e dei medici che hanno conseguito un Diploma federale di medico tra il 1985 e il 2000 non hanno ottenuto alcun titolo di specializzazione fino al 2011 (si tratta del 13,6% di uomini e addirittura del 20,7% di donne). Troppi di loro si sono appena introdotti nel mondo del lavoro. Attualmente negli ospedali viene impiegato per la maggior parte personale straniero. In ambito stazionario, oggi un terzo dei medici ha un diploma
estero. In questo modo, oltre a favorire una fuga di cervelli discutibile dal punto di vista etico, ci mettiamo anche in una difficile posizione di dipendenza dall’estero.

Non c’è dunque da meravigliarsi che i giovani medici scarseggino e che per gli ospedali diventi sempre più difficile occupare tutte le posizioni aperte. Al contempo aumenta anche la pressione economica sui fornitori di prestazioni in ambito sanitario. Il risultato è un ambito conflittuale generato da pressione sull’efficienza, competitività qualitativa e soddisfazione del paziente, in cui per gli ospedali diventa sempre più importante reperire e fidelizzare personale qualificato e motivato.

L’assistenza medica dei pazienti deve essere garantita continuamente nell’arco delle 24 ore. Le consegne lavorative e le documentazioni necessarie riducono il margine d’azione ai cambi di turno. Ciononostante, oggi non si può più ignorare la richiesta di regolamentazioni a misura di famiglia. Un numero sempre maggiore di esempi pratici mostrano che la realizzazione dei modelli a tempo parziale è possibile.

Brochure PDF Ecco un opuscolo informativo che parla dei PROVVEDIMENTI A MISURA DI FAMIGLIA NEGLI OSPEDALI.

Articolo apparso su Ticinonline il 21.8.2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.